SETTORE DOLOMITI SETTENTRIONALI E MERIDIONALI, PREALPI VENETE

Bollettino Valanghe - emesso dal 7° rgt alpini
alle ore 14:00 del  12/05/2021
per le esigenze dei reparti in attività in ambiente montano innevato
in collaborazione con il Servizio Meteo dell’Aeronautica Militare e AINEVA

 PREVISIONE (1) per il giorno 13/05/2021

       

STATO MANTO NEVOSO: ___Dal pomeriggio di ieri tutti i settori sono stati interessati da diffuse precipitazioni con limite pioggia neve attestato oltre i 2000/2300 metri ma con apporti significativi, (15-20 cm), registrati solamente oltre i 2500/2700 ed in ambito glaciale. A ridosso delle massime cime dolomitiche, soprattutto sui versanti in ombra, sono presenti ancora importanti spessori di neve che presentano, in modo generalizzato, caratteristiche prettamente primaverili perlomeno sino ai 2600/2800 metri; oltre tale quota nelle medesime esposizioni si registrano strati superficiali a debole coesione alternati a piccoli depositi eolici soffici, anche di nuova formazione. Nei versanti meridionali la copertura nevosa è relegata alle massime quote e nelle Prealpi è localizzata generalmente solo nei canali esposti a settentrione.

SOTTO SETTORE METEO ESPOSIZIONI PIÙ CRITICHE QUOTE PIÙ CRITICHE TENDENZA (2)
del PERICOLO  per i giorni successivi
AVVERTENZE
CIELO FENOMENI
PREALPI VENETE

----

Domani mattina tempo generalmente variabile con ampi tratti soleggiati; dal pomeriggio veloce aumento della copertura nuvolosa con piogge moderate più abbondanti nei settori prealpini. Temperature minime in calo con massime in moderato rialzo; limite pioggia neve a 2100/2400 m con ventilazione settentrionale generalmente debole. A causa della marcata umidificazione del manto, nelle esposizioni ancora abbondantemente innevate, saranno possibili distacchi spontanei di neve umida/bagnata anche di grande dimensione, che nei pendii a copertura erbosa potranno interessare anche gli strati basali. Alle massime quote, soprattutto in corrispondenza di recenti accumuli eolici, distacchi provocati saranno possibili talvolta anche con debole sovraccarico. Per quanto sopra, nei settori dolomitici di alta quota, il grado di pericolo sarà MARCATO (Grado 3), mentre nelle Prealpi, in ragione del limitato innevamento, il grado di pericolo resta MODERATO (Grado 2).

Meteomont rammenta ARTVA, pala e sonda sempre al seguito

DOLOMITI MERIDIONALI
DOLOMITI SETTENTRIONALI
1*

Il presente bollettino è uno strumento di valutazione regionale del pericolo valanghe. La sua consultazione non può escludere in alcun modo la necessaria capacità di valutazione locale del pericolo (singolo pendio) che è pertanto richiesta ad ogni utente.

2*

L'indicazione della tendenza non può sostituire la previsione per la cui disponibilità si rimanda alla consultazione di bollettini aggiornati.