PREVISIONI MONTANE SETTORE ALPI BREONIE AURINE-PUSTERESI DOLOMITI N-OR. DOLOMITI N-OCC.

Bollettino Valanghe - emesso dal 6° rgt alpino
alle ore 14:00 del  25/05/2021
per le esigenze dei reparti in attività in ambiente montano innevato
in collaborazione con il Servizio Meteo dell’Aeronautica Militare e AINEVA

 PREVISIONE (1) per il giorno 26/05/2021

     

STATO MANTO NEVOSO: Strati superficiali di neve umida-bagnata _su strati basali più compatti e consolidati._Il manto nevoso è in generale moderatamente consolidato sulla maggioranza dei pendii ripidi._Al di sotto dei 2200-2300 m la neve risulta localizzata o assente. Al di sopra di tale quota e soprattutto alle esposizioni settentrionali, gli accumuli nevosi sono invece localmente ancora importanti. Le ultime precipitazioni nevose hanno portato in quota quantitativi di neve fresca variabili a seconda della quota e dell'esposizione: al di sopra dei 2300 m si sono registrati nuovi apporti di 10 cm circa, superiori nelle zone di confine. Il manto nevoso presenta caratteristiche tipicamente primaverili: risulta infatti appesantito e impregnato di acqua negli strati intermedi e basali; si ha quindi una diminuzione dei legami tra i vari strati e un possibile aumento dell'instabilità. Salendo di quota, è invece progressivamente più asciutto, con locale presenza di accumuli eolici di recente formazione.

SOTTO SETTORE METEO ESPOSIZIONI PIÙ CRITICHE QUOTE PIÙ CRITICHE TENDENZA (2)
del PERICOLO  per i giorni successivi
AVVERTENZE
CIELO FENOMENI
DOLOMITI NORD-OCCIDENTALI

Meteomont rammenta ARTVA, pala e sonda sempre al seguito.

Al di sopra dei 2300 m ed in particolare sui pendii settentrionali, il grado di pericolo si manterrà MODERATO (grado 2). Altrove sarà invece DEBOLE (grado 1). In quota, il vento a tratti forte che ha accompagnato le ultime precipitazioni nevose, ha portato alla formazione di nuovi accumuli di neve fresca che potrebbero risultare instabili e facilmente distaccabili. Vanno pertanto valutate attentamente le classiche zone di accumulo. Ancora possibili distacchi di neve bagnata di piccole/medie dimensioni che localmente potrebbero raggiungere dimensioni maggiori, se il distacco andrà a coinvolgere anche gli strati più profondi. Lo svolgimento di attività in ambiente montano innevato, richiede buone capacità di valutazione locale del singolo pendio e una scelta oculata dell'itinerario e della pianificazione temporale sia di salita che di discesa, al fine di evitare le zone pericolose. La copertura nevosa alle quote inferiori potrebbe non essere sempre sufficiente o continua per la pratica di attività scialpinistica. CON QUESTO BOLLETTINO TERMINA L'ATTIVITA' PREVISIONALE INVERNALE 2020-2021 E LA VALUTAZIONE DEL PERICOLO VALANGHE. IN CASO DI PRECIPITAZIONI NEVOSE CHE COMPORTINO UN DECISO AUMENTO DEL GRADO DI PERICOLO, VERRA' EMANATO UN APPOSITO COMUNICATO.

ALPI BREONIE
ALPI AURINE E PUSTERESI
ALPI BREONIE AURINE-PUSTERESI DOLOMITI N-OR. DOLOMITI N-OCC
1*

Il presente bollettino è uno strumento di valutazione regionale del pericolo valanghe. La sua consultazione non può escludere in alcun modo la necessaria capacità di valutazione locale del pericolo (singolo pendio) che è pertanto richiesta ad ogni utente.

2*

L'indicazione della tendenza non può sostituire la previsione per la cui disponibilità si rimanda alla consultazione di bollettini aggiornati.