SETTORE ALPI GRAIE E PENNINE

Bollettino Valanghe - emesso dal Centro Addestramento Alpino
alle ore 14:00 del  10/05/2019
per le esigenze dei reparti in attività in ambiente montano innevato
in collaborazione con il Servizio Meteo dell’Aeronautica Militare e AINEVA

 PREVISIONE (1) per il giorno 11/05/2019

    

STATO MANTO NEVOSO: 0 _0_0_Le precipitazioni di ieri, nevose oltre i 1400m, hanno apportato nuovi quantitativi di neve fresca che sono state localmente intense soprattutto nel settore Nord Occidentale. Il manto nevoso risulta umidificato al di sotto dei 2600m soprattutto alle esposizioni meridionali. I problemi valanghivi sono la NEVE BAGNATA e la NEVE VENTATA. Nuovi accumuli da vento in formazione alle quote più alte formati da venti moderati previsti provenienti dai quadranti Sud Occidentali. Gli accumuli, in pendii molto ripidi in prossimità di creste e colli possono subire un distacco da parte di un singolo escursionista. L'attività valanghiva spontanea è in ripresa grazie alla recente nevicata con scaricamenti di neve umida/bagnata su pendii ripidi e dalle barre rocciose alle esposizioni meridionali al disotto dei 2700m. Nel manto sono inglobati strati deboli soprattutto alle esposizioni in ombra al di sotto dei 2500m, dove un singolo sciatore può provocare il distacco di un lastrone di superficie anche di medie dimensioni su pendii molto ripidi in prossimità di creste, colli e nei cambi dipendenza a causa dell'umidificazione degli strati deboli che possono diventare instabili.

SOTTO SETTORE METEO ESPOSIZIONI PIÙ CRITICHE QUOTE PIÙ CRITICHE TENDENZA (2)
del PERICOLO  per i giorni successivi
AVVERTENZE
CIELO FENOMENI
ALPI GRAIE - GRAN PARADISO
2600

----

Il servizio di avviso valanghe dispone di poche informazioni provenienti dal territorio, quindi le condizioni di stabilità locale dovranno essere verificate con grande attenzione sul posto. Prestare attenzione alla presenza di nuovi accumuli da vento alle quote più alte sotto creste e colli a tutte le esposizioni. Mantenere le distanze per non sovraccaricare il manto (distanza di alleggerimento minimo 10m) nei pendii molto ripidi alle esposizioni in ombra al di sotto dei 2600m per la presenza di strati deboli che cominciano ad umidificarsi e quindi instabili. La sciabilità è in generale buona al di sopra dei 2700m e mediocre al di sotto con neve umida/bagnata tecnicamente più difficile da sciare. “Con questo bollettino ha termine l’attività previsionale invernale e con essa la valutazione del pericolo valanghe che comunque non può essere escluso in presenza di manto nevoso e per la cui valutazione sono sempre necessarie adeguate capacità di valutazione locale (singolo pendio)”

ALPI GRAIE - MONTE BIANCO
2600
ALPI PENNINE - MONTE ROSA E CERVINO
2600
ALPI PENNINE - VALLE CENTRALE
2600
1*

Il presente bollettino è uno strumento di valutazione regionale del pericolo valanghe. La sua consultazione non può escludere in alcun modo la necessaria capacità di valutazione locale del pericolo (singolo pendio) che è pertanto richiesta ad ogni utente.

2*

L'indicazione della tendenza non può sostituire la previsione per la cui disponibilità si rimanda alla consultazione di bollettini aggiornati.